Dante e Boccaccio: una comparazione

Introduzione alla letteratura italiana


Essay, 2011

10 Pages, Grade: 1,3

Leo Müller (Author)


Excerpt

Indice

1. Introduzione

2. L'amore nel Trecento
2.1. Dante
2.2. Boccaccio

3. Conclusione

4. Bibliografia

1. Introduzione

Dopo le opere degli stilnovisti entra una nuova visione alla letteratura italiana: Boccaccio scrive il Decameron, un’opera dedicata alle donne. In più, pone l'accen- to sull'impossibilità di poter capire la sua opera se non si è innamorati. È dedicata alle donne perché loro si innamorano facilmente e sono schiave dei loro sentimen- ti e, come casalinghe, non hanno nessuna possibilità di sfuggire dalle emozioni ma stanno rinchiuse nelle case con le loro passioni e fiamme amorose.

La novità più importante è che Boccaccio converte la donna in un soggetto con- creto: La donna come lettore, la donna come protagonista, la donna come eroina, la donna come personificazione del nuovo modo di vedere il mondo. Il Decameron è una raccolta di cento novelle, ambientata nella campagna di Fi- renze del XIV secolo. L’ opera contiene centouno novelle, ciascuna introdotta da una cornice e tre da una super cornici: il proemio, l’introduzione alla quarta giorna- ta e la conclusione.

Ogni novella deve contenere un tema stabilito quotidianamente da un novellatore - il re o la regina del giorno. I tre temi principali sono l'amore, la fortuna e l'ingegno; possono concorrere insieme o separatamente nelle novelle.

Analizzando il Decameron si distingue un nuovo modo di vedere e trattare il tema dell'amore. Infatti, Boccaccio ha una nuova concezione dell'amore che contrasta con i concetti d'amore dei suoi contemporanei Petrarca e Dante.1

Ponendo l'attenzione su Boccaccio, il Decameron è il suo capolavoro; questo lavoro si concentra sulla descrizione del concetto d'amore sia di Dante che di Boccaccio per poi concludere con la comparazione dei due punti di vista.

2. L'amore nel Trecento

Le “Tre Corone” - Dante, Petrarca, Boccaccio - sono i fondamentali rappresentanti della letteratura del Trecento. Ognuno con il proprio concetto, le proprie idee riguardo la donna e l'amore.

Dante ci presenta il concetto dell’amore attraverso la donna Beatrice, la gentile e angelica creatura che apre il cammino verso Dio. L’amore è un incontro spirituale che porta l’essere umano più vicino a Dio.

Petrarca descrive l'amore, da una parte, come divino, sublime ma dall'altra parte terreno e pieno di sofferenze. L’ambiguità, tipica del Petrarca, indica due lati dell’amore: una parte positiva che mantiene l’idea dell’avvicinamento a Dio per mezzo dell’esperienza amorosa. Inoltre, vi è poi il dolore che sente il soggetto a causa dell’assenza dell’amata. Quindi, Petrarca introduce il focus al soggetto in- namorato. Cioè, mentre Dante scrive più in generale, Petrarca tematizza le emo- zioni personali che gli hanno causato l'incontro con la angelica Laura.23

In questo contesto entra Boccaccio e rompe con le idealizzazione: dal punto di vista più naturalistico l’autore definisce l'amore come passione, eros, istinto, e a causa di questo appaiono elementi come l’odio, il tradimento, la gelosia, ma pure la felicità, l’allegria e la gioia.

In conclusione, comparando l'amore, questo sentimento cambia orientamento. Dante è orientato verso la relazione dell'uomo con la donna per arrivare più vicino a Dio; Petrarca vede Laura come creatura angelica, ma parla pure della vita terre- na e dei suoi sentimenti. Boccaccio, invece, si concentra completamente sulla ter- ra e i sentimenti degli esseri umani. Con un orientamento al presente e una con- cezione più naturalistica, Boccaccio forma il ponte tra due epoche perché apre la porta al Rinascimento.4

[...]


1 Vaglio, Anna , Invito alla lettura di Boccaccio, Milano, Mursia, 1988, p. 59s.

2 Il senso generale del Canzoniere viene definito dal sonetto iniziale “ Voi ch ’ ascoltate in rime sparse il suono ” e invita il lettore a seguire gli emozioni del poeta.

3 Giulio Ferroni, Profilo storico della letteratura italiana, VI, Torino, Einaudi, 1991, p. 154.

4 Ibidem, p. 181.

Excerpt out of 10 pages

Details

Title
Dante e Boccaccio: una comparazione
Subtitle
Introduzione alla letteratura italiana
College
University of Barcelona
Course
Hauptseminar
Grade
1,3
Author
Year
2011
Pages
10
Catalog Number
V265353
ISBN (eBook)
9783656549468
ISBN (Book)
9783656549079
File size
390 KB
Language
Italian
Tags
dante, boccaccio, introduzione
Quote paper
Leo Müller (Author), 2011, Dante e Boccaccio: una comparazione, Munich, GRIN Verlag, https://www.grin.com/document/265353

Comments

  • No comments yet.
Read the ebook
Title: Dante e Boccaccio: una comparazione



Upload papers

Your term paper / thesis:

- Publication as eBook and book
- High royalties for the sales
- Completely free - with ISBN
- It only takes five minutes
- Every paper finds readers

Publish now - it's free