Differenze generazionali nella motivazione al lavoro


Seminar Paper, 2016
17 Pages, Grade: 1,3

Excerpt

Indice

1Introduzione

2 La teoria generazionale Strauss-Howe

3 Informazioni e caratteristiche delle generazioni
3.1 Premessa
3.2 Baby Boomer
3.3 Generation X
3.4 Generation Y

4 Motivazione
4.1 Premessa
4.2 Le teorie motivazionali nelle organizzazioni
4.3 La teoria dei bisogni di Maslow
4.4 Motivazione delle diverse generazioni

5 Conclusioni

Figure
Figura 1 Generational Cycles
Figura 2 La forza lavoro in Italia
Figura 3 La piramide di Maslow

1 Introduzione

Negli ultimi decenni, la competizione tra organizzazioni si è progressivamente spostata, oltre alla conquista di quote di mercato, anche nell’attrarre e trattenere in azienda le risorse umane migliori, fonti di vantaggio competitivo. Per tale ragione, capire le dinamiche motivazionali e comportamentali di quest’ultime è diventato un compito significativo delle aziende. Sotto il profilo dell’organizzazione aziendale, per la prima volta nella storia, sotto lo stesso tetto di una singola organizzazione, convivono tre generazioni, che stanno in azienda con sistemi di valori, obiettivi, linguaggi, sensibilità tanto diversi da essere potenzialmente un ostacolo alla produttività, all’efficienza, in una parola, al successo di un’azienda. Gli ultimi “vecchi” di Baby Boomer che non hanno conosciuto il secondo conflitto mondiale, la generazione X degli attuali trenta-quarantanni che sono i primi digitalizzati della storia e la generazione Y dei “millennials” cioé la prima ad essere cresciuta con tecnologie internet stanziali.

Il presente lavoro si pone l‘obiettivo di presentare le differenze tra queste generazioni per quanto riguarda la motivazione lavorativa e di formulare conclusioni per datori di lavoro.

Nel primo capitolo si andrà a descrivere brevemente la teoria generazionale Strauss-Howe che riunisce le tre generazioni in un ciclo generazionale e per mezzo di ció crea un quadro panoramico.

Nel secondo capitolo vengono descritte le caratteristiche di diversi gruppi generazionali e si forniranno dati statistici sulla situazione del mercato del lavoro in Italia.

Il terzo capitolo riguarda la teoria motivazionale di Abraham Maslow e verranno descritte le differenze tra i membri di gruppi generazionali a riguardo della motivazione al posto di lavoro.

Il quarto capitolo conclude questo elaborato, esponendo l’importanza di tenere presente le differenze generazionali.

2 La teoria generazionale Strauss-Howe

La teoria generazionale Strauss-Howe mira a fornire un quadro del futuro studiando “recurring dynamics of generational behavior and how and when it results in social change” (Strauss & Howe, 1991, p. 8).

Nel condurre ricerche scientifiche sui tratti e sulle attitudini generazionali, William Strauss e Neil Howe si sono concentrati principalmente sui cicli generazionali nella storia americana. Loro hanno notato che questi cicli tendano ad essere ripetitivi e sono convinti che tali modelli siano ricorrenti. Pertanto, é necessario considerarli come coorti generazionali.

Giancola (2006, p. 33) definisce una generazione coorte “as a group of people who experience a particular historical or environmental event at approximately the same time in life”. Una generazione coorte (chiamata anche gruppo generazionale) fa parte di un ciclo generazionale e incontra un gruppo di eventi che puó distinguerla da altre generazioni. Per esempio, un evento che si verifica ad un certo punto del tempo possa influire non solo la generazione dell’epoca, ma anche la prossima generazione.

A generational group, often referred to as a cohort, includes those who share historical or social life experiences, the effects of which are relatively stable over the course of their lives. These life experiences tend to distinguish one generation from another (Jurkiewicz & Brown, 1998).

La teoria generazionale Strauss-Howe é stato ampiamente applicato nei vari studi in tutto il mondo per capire i tratti e comportamenti delle diverse generazioni in un ambiente di lavoro multigenerazionale e per diminuire conflitti intergenerazionali. Loro hanno osservato e identificato 18 generazioni all’interno di 5 cicli generazionali, che sono le seguenti:

Abbildung in dieser Leseprobe nicht enthalten

Figura 1 - Generational Cycles (Strauss & Howe, 1991)

Nel prossimo capitolo vengono descritte dettagliatamente le caratteristiche delle generazioni del ciclo “The Millennial Cycle” della figura sopra.

3 Informazioni e caratteristiche delle generazioni

3.1 Premessa

Nel corso del presente elaborato ci si focalizzerà sulla descrizione delle caratteristiche delle generazioni attuali e presenti sul luogo di lavoro.

Attualmente la forza lavoro d’Italia é composta da tre generazioni dei impiegati: i Baby Boomer, i Generation X ed i Generation Y. Come si vede dal grafico, esistono differenze minime per quanto riguarda il numero totale dei membri di diversi gruppi generazionali (Generation Mover, 2012).

Abbildung in dieser Leseprobe nicht enthalten

Figura 2 – La forza lavoro in Italia[1](Pierantoni, 2012)

Ma ci sono grosse differenze a riguardo delle caratteristiche di questi membri. Ogni generazione é stata cresciuta in varie serie di circostanze che hanno favorito la conformazione delle loro convinzioni e i loro punti di vista. Ogni gruppo generazionale é caratterizzato da differenti orientamenti, modelli valoriali e di comportamento, aspettative verso l’esperienza professionale (Mann, 2006).

Le generazioni hanno un modo di lavorare diverso all’interno della stessa azienda: non solo nel rapportarsi rispetto al loro lavoro ma anche nel modo in cui il lavoro si rapporta a loro. Un baby boomer era garantito nel suo futuro in una maniera che un coetaneo della generazione X non é quasi mai riuscito ad ottenere, mentre un ventenne delle generazioni successive vive con aspettative profondamente diverse. Anche lo sviluppo di tecnologia nel tempo ha creato una differenza della competenza tecnologica attraverso i generazioni, con i Millennial essendo il piú tecnologicamente alfabetizzati (Mann, 2006).

Inoltre, esistono diverse classificazioni etichettando ogni generazione in maniera differente e usando diversi intervalli di tempo. Le due classificazioni principali basate su Lancaster and Stillman (2002) e Strauss and Howe (2000) sono presentate in Tabella 1 e Tabella 2.

Abbildung in dieser Leseprobe nicht enthalten

Tabella 1 - Generation’s Birth Years According to Lancaster and Stillman (2002)

Abbildung in dieser Leseprobe nicht enthalten

Tabella 2 - Generation’s Birth Years According to Strauss and Howe (2000)

Basato sul fatto che le teorie di Strauss & Howe sono state presentate in Capitolo 2 si applicerá il parametro per le date di nascitá di Tabella 2 descrivendo le generazioni nei paragrafi precedenti.

3.2 Baby Boomer

I Baby Boomer sono nati dopo la seconda guerra mondiale, nel mercato successivo alla Grande Depressione, nel boom economico degli anni 40 e 50. Essendo cresciuti in un ambiente fiorito sono dichiarati di essere ottimisti e responsabili per numerosi movimenti sociali (Lancaster & Stillman, 2002)[2]. I Baby Boomer hanno vissuto un’infanzia abbastanza conformista, una vita matura di realizzazione di sé stessi e di carriere perfette o perfezionistiche (Genitoricrescono, 2015). I loro tratti di personalitá fondamentali sono i seguenti: idealistico, ottimistico e altamente competitivo (Lancaster & Stillman, 2002)[3].Loro apprezzano e ammirano molto la loro carriera e non sono particolarmente attratti dai cambiamenti frequenti del posto di lavoro. Si preparano a restare nel mondo del lavoro piú a lungo possibile. Strauss and Howe (1991) sottolineano che i Baby Boomer sono spesso considerati come “workaholics”, cercano il senso della vita nel lavoro e assegnano un’importanza particolare alla loro carriera.

[...]


[1]Per forza di lavoro si intende la popolazione che lavora e quella in cerca di lavoro

[2]Tradotto e parafrasato da Evelyn Walter

[3]Tradotto e parafrasato da Evelyn Walter

Excerpt out of 17 pages

Details

Title
Differenze generazionali nella motivazione al lavoro
College
Institut for Interpreter and Languages Munich  (Hochschule für Angewandte Sprachen des SDI München)
Grade
1,3
Author
Year
2016
Pages
17
Catalog Number
V342702
ISBN (eBook)
9783668323391
ISBN (Book)
9783668323407
File size
678 KB
Language
Italian
Tags
differenze
Quote paper
Evelyn Walter (Author), 2016, Differenze generazionali nella motivazione al lavoro, Munich, GRIN Verlag, https://www.grin.com/document/342702

Comments

  • No comments yet.
Read the ebook
Title: Differenze generazionali nella motivazione al lavoro


Upload papers

Your term paper / thesis:

- Publication as eBook and book
- High royalties for the sales
- Completely free - with ISBN
- It only takes five minutes
- Every paper finds readers

Publish now - it's free